Quando possiamo vedere l'aurora alle latitudini Medie?

Questa è una delle domande più difficili a cui rispondere perché dipende da molti parametri. Questa domanda ci viene posta molte volte e ogni volta abbiamo la stessa risposta. In questo argomento di aiuto proveremo a spiegare cosa sia necessario prima che possiate uscire.

Cosa serve per vederla?

La prima cosa che deve succedere e anche la più importante sono le eruzioni solari dirette verso la terra o brillamenti solari. Potete seguire questa live sul nostro sito web. Solo i brillamenti principali e forti (brillamenti di classe M e X di alto livello) sono candidati per causare tempeste sufficienti per le aurore boreali alle medie latitudini. Durante i brillamenti solari forti e di lunga durata, il materiale del Sole viene soffiato nello spazio. Questo è detta espulsione di massa coronale. Se l'eruzione proviene da un gruppo di macchie solari situato vicino al centro del disco solare rivolto verso la Terra, allora ci sono alte possibilità che un'espulsione di massa coronale risultante abbia un componente diretto verso la Terra. Tuttavia questa non è alcuna garanzia che ci possiamo aspettare un'aurora presto. Ci sono molte variabili coinvolte come la durata del brillamento solare, la dimensione della nuvola di plasma e con quale velocita è partita l'esplosione di massa coronale. Il tempo di arrivo dell'esplosione di massa coronale è calcolato determinandone la velocità di partenza. Gli scienziati usano metodi complessi per farlo perché l'esplosione di massa coronale rallenta tra il Sole e la Terra. È davvero difficile sapere quanto l'esplosione di massa coronale rallenti tra il Sole e la Terra, quindi il tempo di arrivo reale dell'esplosione di massa coronale può essere di sei ore o talvolta anche di più! La gran parte delle esplosioni di massa coronale arrivano alla Terra tra le 24 e le 48 ore dopo il loro lancio. È dunque importante avere un po' di pazienza, un'aurora visibile non si verificherà subito dopo un brillamento solare. Ovviamente vi teniamo aggiornati quando si verifica un'esplosione di massa coronale diretta verso la Terra. Sul nostro sito web, sotto la scheda delle segnalazioni, forniamo i rapporti di attività giornaliera della NOAA che danno una panoramica dell'attività solare nelle ultime 24 ore e una previsione degli orari di arrivo e delle possibilità di tempeste geomagnetiche. Forniamo anche aggiornamenti fatti in casa regolari nel nostro forum durante alte attività solari e quando si preveda un'attività geomagnetica significativa.

Esempio di un CME dell'alone completo diretto verso la Terra come visto da SOHO/LASCO C2.

Immagine: Esempio di un CME dell'alone completo diretto verso la Terra come visto da SOHO/LASCO C2.

Se c'è un'esplosione di massa coronale diretta verso la Terra, possiamo aspettare il suo arrivo. Ora è cruciale tenere d'occhio i venti solari e i dati del campo magnetico interplanetario (IMF) L'arrivo di un'esplosione di massa coronale è gran parte delle volte visibile sul campo perché la velocità del vento solare salta talvolta anche a più di 100km/sec. La forza del campo magnetico interplanetario inoltre aumenta improvvisamente quando arrivano le nuvole. Ma anche allora non è ancora noto se vedremo l'aurora alle medie latitudini. La velocità del vento solare deve essere alta (circa 700km/sec o superiore è desiderabile ma non obbligatoria), la forza del campo magnetico interplanetario deve essere alta (preferibilmente maggiore di 25nT), ma il parametro più importante è la direzione del campo magnetico interplanetario (Bz), che deve essere forte verso sud. Quest'ultimo parametro non è molto ben prevedibile, quindi non siamo certi finché la nuvola non arriva al veicolo spaziale ACE, di quale sia la direzione del campo magnetico interplanetario (Bz). In base a questi parametri possiamo fare delle buone stime se possiamo prevedere o no l'aurora alle latitudini medie, ma non è ancora il momento di correre fuori!

Questo grafico mostra l'arrivo di una CME nel 2013. Nota l'improvviso aumento da 400km/sec a quasi 700km/sec.

Immagine: Questo grafico mostra l'arrivo di una CME nel 2013. Nota l'improvviso aumento da 400km/sec a quasi 700km/sec.

L'ultimo parametro che dobbiamo consultare è un magnetometro locale. Un magnetometro mostra quanto è disturbato il campo magnetico della Terra e da un'indicazione delle condizioni geomagnetiche correnti. In Europa utilizziamo principalmente il Magnetometro di Kiruna che è mostrato sul nostro sito web. Sul campo guardiamo alla linea nera, se la deflessione raggiunge i 1300nT, corri fuori, potrebbe esserci un'aurora visibile alle latitudini medie.

Esempio del magnetogramma di Kiruna quando c'è una possibilità di aurora alle latitudini medie.

Immagine: Esempio del magnetogramma di Kiruna quando c'è una possibilità di aurora alle latitudini medie.

Quando le condizioni geomagnetiche sono appena sufficienti per vedere un po' dell'aurora all'orizzonte, allora dovrete assicurarvi che vi troviate in un sito di osservazione scuro, lontano dalle luci della città. Durante le tempeste geomagnetiche severe fino a estreme, l'aurora sarà molto più facile da individuare. Il colore dell'aurora sarà principalmente un bagliore rosso all'orizzonte, facilmente individuabile da un DSLR. Più colori diverranno visibili durante le tempeste più forti e l'aurora diverrà visibile più in alto nel cielo.

Esempio di una comparsa dell'aurora in basso all'orizzonte, come visto nel 2012 da Ide Geert Koffeman dai Paesi Bassi.

Immagine: Esempio di una comparsa dell'aurora in basso all'orizzonte, come visto nel 2012 da Ide Geert Koffeman dai Paesi Bassi.

Per me è troppo difficile da capire... potresti renderlo un po' più semplice?

Sì, naturalmente! Ecco perché abbiamo un misuratore dell'attività aurorale sul nostro sito web con possibilità in tempo reale per le aurore alle latitudini alte, medie e basse. Nell'angolo più in alto a destra esiste sempre una finestra di avviso che indica se ci sono possibilità di attività aurorale alle latitudini medie in questo momento. Quando è verde allora attualmente non ci sono possibilità. Quando è giallo, c'è una lieve possibilità. Quando è arancione, c'è una possibilità decente e quando è rosso allora c'è una possibilità davvero buona di vedere l'aurora.

<< Vai alla pagina precedente

Ultime notizie

Supporta SpaceWeatherLive.com!

Molte persone vengono su SpaceWeatherLive per seguire l'attività del Sole o sapere se ci sia la possibilità di vedere l'aurora, ma a maggior traffico corrispondono costi maggiori. Considerate una donazione se vi piace SpaceWeatherLive così che possiamo mantenere online il sito web!

13%
Supporta SpaceWeatherLive con il nostro merchandise
Dai un'occhiata al nostro merchandise

Notizie sul meteo spaziale

Ultimo brillamento X2024/02/16X2.5
Ultimo brillamento M2024/02/16M3.0
Ultima tempesta geomagnetica2023/12/18Kp6 (G2)
Giorni senza macchie
Ultimo giorno senza macchie2022/06/08
Media mensile Numero di Macchie Solari
gennaio 2024123 +8.8

Questo giorno nella storia*

Brillamenti solari
12002M5.62
22023M5.0
32023M4.7
42000M2.6
52002M2
ApG
1199495G4
2200021G1
3202120
4200619
5202314
*dal 1994

Social networks