Il magnetometro di Kiruna

Questo magnetometro ti da i valori del magnetometro situato all'Istituto Svedese di Fisica Spaziale a Kiruna, Svezia. Spesso è usato in Europa per vedere se ci sia una possibilità per l'aurora in un dato momento. Se vi trovate al di fuori dell'Europa dovreste trovare un altro magnetometro che sia più vicino alla vostra posizione.

Ma come leggiamo questo grafico? Il grafico mostra i valori X, Y e Z osservati al magnetometro a Kiruna. La linea di interesse è quella nera, rappresenta il componente X che rappresenta la forza del campo magnetico circa nella direzione del polo nord magnetico. Quando il campo magnetico della Terra è calmo e le condizioni geomagnetiche sono a livelli molto calmi vedremo un valore di circa 10685 nanoTesla (nT) per il componente X sul magnetometro di Kiruna. Tuttavia, quando il campo magnetico viene disturbato a causa di condizioni meteorologiche spaziali in aumento, vedremo che i valori sul grafico inizieranno a fluttuare e questi valori sono importanti per noi per determinare se ci sia una possibilità di vedere l'aurora. Durante le tempeste geomagnetiche quando Kiruna è sul lato illuminato della Terra, il magnetometro di Kiruna potrebbe mostrare deflessioni maggiori della base di 10685nT. Questo è normale perché sul lato illuminato della Terra, il campo magnetico è stato compresso dal vento solare in arrivo.

Per le latitudini medie europee più basse come l'Inghilterra meridionale, il Belgio e la Germania centrale potreste riuscire a catturare l'aurora fotografica (non visibile a occhio nudo) quando c'è una deflessione di almeno 700nT sul magnetometro di Kiruna. L'aurora visibile (visibile a occhio nudo) si può prevedere quando la deflessione è di 1300nT o superiore. Comprendiamo che questo potrebbe essere complicato da comprendere quindi lavoriamo con due esempi.

Alle latitudini medie, come il Belgio e i Paesi Bassi, la forma più comune di aurora che potremmo vedere talvolta, sono le aurore deboli basse sull'orizzonte settentrionale che potrebbero essere difficili da vedere a occhio nudo. Un buon esempio di come apparirebbe il magnetogramma di Kiruna in una situazione simile si può vedere sull'immagine sotto. La deflessione era di circa 1200nT e l'indice Kp previsto al momento era 7. Possiamo concludere che l'aurora visibile debole era possibile per le parti settentrionali dei Paesi Bassi e della Germania.

Magnetogramma di Kiruna

Un secondo esempio (piuttosto estremo) è questo magnetogramma dal 30 ottobre 2003. Due espulsioni di massa coronale da un brillamento solare X17 e uno X11 sono arrivati sulla Terra e hanno causato tempeste geomagnetiche estremamente gravi con aurore visibili fino in Portogallo, in Europa e in Florida negli Stati Uniti! In tutte le posizioni a latitudini media, l'aurora è stata vista direttamente sulla testa! Queste tempeste saranno sempre ricordate come le "Tempeste di Halloween del 2003" e furono le più forti del CicloSolare 23 con un indice Kp di 9.

Magnetogramma di Kiruna

Ma come determiniamo questa deflessione? Quando il campo magnetico terrestre è disturbato, i magnetometri vi reagiranno e il magnetogramma di Kiruna ci mostrerà delle deflessioni minori dal livello calmo normale di 10650nT. Questa deflessione è espressa anche in unità nanoTesla (nT). L'inizio di questa deflessione si verifica durante l'inizio di una tempesta geomagnetica prima che i valori misurati inizino a diminuire. È difficile spiegarlo a parole quindi nel grafico sotto vedrete un buon esempio di deflessione, misurato alla stazione di Kiruna. Questa deflessione è mostrata come un'area gialla nel grafico; inizia brevemente con un picco dopo l'arrivo dell'espulsione di massa coronale prima che raggiunga il punto inferiore. Questa deflessione, espressa in nanoTesla, è il valore che dobbiamo osservare se vogliamo vedere o fotografare l'aurora. In questo esempio la deflessione è intorno ai 500nT e questo è associato con un indice K locale di Kiruna di 6 e dunque non abbastanza per l'aurora alle latitudini medie inferiori.

Deflessione

Interpretare l'indice K basato sui valori da Kiruna

L'indice K è come l'indice Kp, un indice della tempesta geomagnetica con una scala logaritmica da 1 a 9. L'indice Kp è un indice planetario che combina i valori magnetometrici da posizioni multiple intorno al mondo dove l'indice K provengono solo da una stazione magnetometrica singola. In base alla deflessione che possiamo calcolare dal grafico fornito dall'Istituto Svedese di Fisica Spaziale (IRF) possiamo provare a determinare l'indice K per il magnetometro a Kiruna, Svezia. Per questa stazione specifica a Kiruna, lo facciamo con l'aiuto della tabella sotto. Tenete presente che, a causa della sua posizione, questo magnetometro è utile solo per gli osservatori dall'Europa. Se ti trovi al di fuori dell'Europa raccomandiamo di trovarne un altro più vicino alla vostra posizione. Notate anche che questa tabella è utilizzata per il magnetometro da Kiruna! Non puoi usare questa tabella per altri magnetometri!

Indice K Deflessione in nanoTesla Tipo di tempesta
0 0 - 15 Condizioni calme
1 15 - 30 Condizioni calme
2 30 - 60 Condizioni calme
3 60 - 120 Condizioni geomagnetiche incerte
4 120 - 210 Condizioni geomagnetiche attive
5 210 - 360 G1 - Tempesta geomagnetica minore
6 360 - 600 G2 - Tempesta geomagnetica moderata
7 600 - 990 G3 - Tempesta geomagnetica forte
8 990 - 1500 G4 - Tempesta geomagnetica grave
9 1500 e più G5 - Tempesta geomagnetica estrema

<< Vai alla pagina precedente

Ultime notizie

Supporta SpaceWeatherLive.com!

Molte persone vengono su SpaceWeatherLive per seguire l'attività del Sole o sapere se ci sia la possibilità di vedere l'aurora, ma a maggior traffico corrispondono costi maggiori. Considerate una donazione se vi piace SpaceWeatherLive così che possiamo mantenere online il sito web!

13%
Supporta SpaceWeatherLive con il nostro merchandise
Dai un'occhiata al nostro merchandise

Notizie sul meteo spaziale

Ultimo brillamento X2024/02/22X1.6
Ultimo brillamento M2024/02/22M1.5
Ultima tempesta geomagnetica2023/12/18Kp6 (G2)
Giorni senza macchie
Ultimo giorno senza macchie2022/06/08
Media mensile Numero di Macchie Solari
gennaio 2024123 +8.8

Questo giorno nella storia*

Brillamenti solari
12024X1.6
22002M6.4
32023M2.6
42000M1.71
52000M1.63
ApG
1199463G4
2202216G1
3201412
4202117
5200615
*dal 1994

Social networks