Domande Frequenti (FAQ)

Una delle missioni più importanti che abbiamo qui su SpaceWeatherLive è che i nostri visitatori imparino a conoscere il meteo spaziale visitando il nostro sito web. Questo è esattamente il motivo per cui abbiamo una grande sezione di aiuto con molti articoli in cui scaviamo più a fondo nel mondo del meteo spaziale. Tuttavia, riceviamo ancora molte domande qui su SpaceWeatherLive e alcune di queste domande ritornano ogni tanto. Le domande che riceviamo più spesso possono ora essere trovate in questa FAQ.

Attività solare

Non lo sappiamo. Ci sono persone e persino scienziati che sostengono che il Sole si sta dirigendo verso un nuovo minimo di Maunder. Il minimo di Maunder fu un periodo di circa 70 anni tra il 1645 e il 1715 quando sul disco solare apparvero pochissime macchie solari. Se è vero che il ciclo solare 24 è stato molto meno attivo di quello che siamo abituati a considerare negli ultimi decenni, non disponiamo ancora di un modo accurato per prevedere l'attività solare con così largo anticipo. Non si può dire in questo momento se il Sole sta per entrare in un lungo periodo di eccezionale tranquillità.

I brillamenti solari possono non solo differire notevolmente per forza ma anche per durata. Alcuni brillamenti solari durano per ore e altri durano solo un paio di minuti. I brillamenti solari di lunga durata sono spesso (ma non sempre!) accompagnati da un'espulsione di plasma solare. Questo è ciò che chiamiamo espulsione di massa coronale. I brillamenti solari di durata non molto lunga (impulsiva) possono ancora lanciare un'espulsione di massa coronale, ma questo è abbastanza raro, e se lo fanno, queste eiezioni di massa coronale spesso non sono così forti come le espulsioni di massa coronale lanciate durante una lunga durata eventi.

Non c'è un limite di tempo esatto che un brillamento solare debba raggiungere per essere classificato come un evento di lunga durata, ma l'SWP NOAA americano classifica un brillamento solare come un evento di lunga durata se il brillamento solare è ancora in corso 30 minuti dopo l'inizio.

Image: Example of an impulsive solar flare.

Image: Example of a long duration solar flare.

Durante le eruzioni solari, il Sole emette spesso grandi quantità di protoni ed elettroni. Questi protoni vengono lanciati in tutte le direzioni, ma un bel po'di essi seguono le linee del campo magnetico del campo magnetico interplanetario. Poiché il Sole ruota sul proprio asse, il campo magnetico interplanetario forma una forma che si può paragonare alla gonna di una ballerina. Questo è ciò che chiamiamo la spirale Parker. A causa della spirale Parker, i protoni lanciati dalle aree vicine o persino dietro il braccio occidentale possono raggiungere la Terra.

Immagine: La Spirale Parker.

Il Solar Dynamics Observatory della NASA si trova in un'orbita geosincrona attorno al nostro pianeta. Da lì normalmente ha una vista ininterrotta del sole. Tuttavia, due volte l'anno vicino agli equinozi, la Terra blocca la vista del Sole da parte della SDO per un periodo di tempo ogni giorno. Queste eclissi sono piuttosto brevi vicino all'inizio e alla fine di queste tre settimane di eclissi ma salgono a 72 minuti nel mezzo. Se vedi un'immagine di SDO completamente nera, probabilmente stai guardando la Terra!

A volte potresti essere abbastanza fortunato da vedere un oggetto molto più piccolo nelle immagini del Solar Dynamics Observatory della NASA: la Luna! La Luna può anche apparire su immagini del Solar Dynamics Observatory della NASA ma non bloccherà mai l'intero Sole per un tempo molto lungo come fa la Terra.

Animazione: la Terra blocca la vista del Sole da parte di SDO.

Animazione: la Luna blocca la vista del Sole da parte della SDO.

No. Quasi tutte le eiezioni di massa coronale che arrivano sulla Terra non causano problemi degni di nota. Mentre è vero che le eiezioni di massa coronale molto forti possono causare numerosi problemi con la nostra tecnologia moderna come i satelliti e le linee elettriche ad alta tensione, oggi siamo molto meglio preparati per tali eventi di quanto non lo siamo stati solo pochi decenni fa. Le famose tempeste solari di Halloween del 2003 sono state le più potenti tempeste geomagnetiche nella storia moderna e mentre questa tempesta solare ha causato alcuni problemi minori come la (temporanea) perdita di alcuni satelliti e un breve blackout di energia nella Svezia meridionale, non dovremmo preoccuparci che la tempesta solare, non importa quanto forte, potrebbe gettarci indietro nelle epoche buie.

Attività aurorale

No. Prima devi capire che un brillamento solare non causa l'aurora. I brillamenti solari possono lanciare grandi nubi di plasma solare che chiamiamo espulsioni di massa coronale e sono queste espulsioni di massa coronale che possono produrre l'aurora quando arrivano sul nostro pianeta. Dobbiamo anche sapere che non tutti i brillamenti solari lanciano un'espulsione di massa coronale. In realtà, la maggior parte dei brillamenti solari non lo fanno! Se abbiamo un bagliore solare forte ed eruttivo, deve anche provenire da una regione di macchie solari che si trova vicino al centro del disco solare rivolto verso la Terra, altrimenti c'è il rischio che l'espulsione di massa coronale venga lanciata in una direzione lontana dalla Terra. Mentre la luce di una scarica solare impiega solo 8 minuti per raggiungere il nostro pianeta, queste espulsioni di massa coronale viaggiano a velocità molto più lente. Le eiezioni di massa coronale molto veloci possono percorrere la distanza Sole-Terra in un solo giorno, ma sono molto rare. La maggior parte delle eiezioni di massa coronale impiegano dai due ai quattro giorni per arrivare sulla Terra.
Non ci sono modi precisi per prevedere ore in anticipo dove e in quale momento esatto l'aurora potrebbe essere vista. L'ovale aurorale è normalmente più denso intorno alla mezzanotte locale, ma naturalmente le condizioni del vento solare sulla Terra devono anche essere favorevoli per l'aurora nella tua specifica posizione. Non è impossibile vedere l'aurora nelle prime ore della sera o vicino al mattino se le condizioni del vento solare sono abbastanza favorevoli per la tua posizione. Puoi solo valutare con precisione se ci sarà la possibilità di aurora nella tua posizione con circa 1 ora di anticipo. Il satellite Deep Space Climate Observatory (DSCOVR) che misura il vento solare e i parametri del campo magnetico interplanetario si trova tra il Sole e la Terra e il vento solare impiega da 30 minuti a circa un'ora per percorrere la distanza dal DSCOVR alla Terra. Dare un'occhiata ai parametri misurati da DSCOVR è sempre un ottimo inizio se si desidera sapere se ci sarà una possibilità per l'aurora nella propria posizione nel prossimo futuro. Vuoi sapere se c'è possibilità in questo preciso momento? Quindi consigliamo di dare un'occhiata a un magnetometro locale.

Qualsiasi posizione alle alte latitudini sarà in grado di vedere le aurore con un Kp di 4. Per qualsiasi posizione sulle medie latitudini è necessario un valore Kp di 7. Le basse latitudini hanno bisogno di valori Kp di 8 o 9. Il valore Kp di cui hai bisogno, ovviamente, dipende da dove ti trovi sulla Terra. Abbiamo creato un elenco pratico che è una buona guida per sapere quale valore Kp è necessario per una data posizione alla portata degli ovali aurorali.

Importante! Nota che le posizioni sottostanti ti offrono una ragionevole possibilità di vedere le aurore per il dato indice Kp a condizione che le condizioni di visione locali siano buone. Questo include ma non è limitato a: una vista chiara verso l'orizzonte settentrionale o meridionale, senza nuvole, senza inquinamento luminoso e completa oscurità.

KpVisibile da
0

Nord America:
Barrow (AK, USA) Yellowknife (NT, Canada) Gillam (MB, Canada) Nuuk (Groenlandia)

Europa:
Reykjavik (Islanda) Tromsø (Norvegia) Inari (Finlandia) Kirkenes (Norvegia) Murmansk (Russia)

1

Nord America:
Fairbanks (AK, USA) Whitehorse (YT, Canada)

Europa:
Mo I Rana (Norvegia) Jokkmokk (Svezia) Rovaniemi (Finlandia)

2

Nord America:
Anchorage (AK, USA) Edmonton (AB, Canada) Saskatoon (SK, Canada) Winnipeg (MB, Canada)

Europa:
Tórshavn (Isole Faroe) Trondheim (Norvegia) Umeå (Svezia) Kokkola (Finlandia) Arkhangelsk (Russia)

3

Nord America:
Calgary (AB, Canada) Thunder Bay (ON, Canada)

Europa:
Ålesund (Norvegia) Sundsvall (Svezia) Jyväskylä (Finlandia)

4

Nord America:
Vancouver (BC, Canada) St. John's (NL, Canada) Billings (MT, USA) Bismarck (ND, USA) Minneapolis (MN, USA)

Europa:
Oslo (Norvegia) Stockholm (Svezia) Helsinki (Finlandia) Saint Petersburg (Russia)

5

Nord America:
Seattle (WA, USA) Chicago (IL, USA) Toronto (ON, Canada) Halifax (NS, Canada)

Europa:
Edinburgh (Scotland) Gothenburg (Svezia) Riga (Lettonia)

Emisfero Sud:
Hobart (Australia) Invercargill (Nuova Zelanda)

6

Nord America:
Portland (OR, USA) Boise (ID, USA) Casper (WY, USA) Lincoln (NE, USA) Indianapolis (IN, USA) Columbus (OH, USA) New York City (NY, USA)

Europa:
Dublin (Irlanda) Manchester (Regno Unito) Hamburg (Germania) Gdańsk (Polonia) Vilnius (Lituania) Moscow (Russia)

Emisfero Sud:
Devonport (Australia) Christchurch (Nuova Zelanda)

7

Nord America:
Salt Lake City (UT, USA) Denver (CO, USA) Nashville (TN, USA) Richmond (VA, USA)

Europa:
London (England) Brussels (Belgio) Cologne (Germania) Dresden (Germania) Warsaw (Polonia)

Emisfero Sud:
Melbourne (Australia) Wellington (Nuova Zelanda)

8

Nord America:
San Francisco (CA, USA) Las Vegas (NV, USA) Albuquerque (NM, USA) Dallas (TX, USA) Jackson (MS, USA) Atlanta (GA, USA)

Europa:
Paris (Francia) Munich (Germania) Vienna (Austria) Bratislava (Slovacchia) Kiev (Ucraina)

Asia:
Astana (Kazakhstan) Novosibirsk (Russia)

Emisfero Sud:
Perth (Australia) Sydney (Australia) Auckland (Nuova Zelanda)

9

Nord America:
Monterrey (Mexico) Miami (FL, USA)

Europa:
Madrid (Spain) Marseille (Francia) Rome (Italia) Bucharest (Romania)

Asia:
Ulan Bator (Mongolia)

Emisfero Sud:
Alice Springs (Australia) Brisbane (Australia) Ushuaia (Argentina) Cape Town (Sud Africa)

Ci possono essere molteplici ragioni per una così grande differenza tra il Kp-index previsto dalla NOAA e il Kp che viene osservato in questo momento. La ragione più comune è che NOAA prevede che un'espulsione di massa coronale sta raggiungendo la Terra e che ci si aspettava che arrivasse in quel preciso momento. Tuttavia, può benissimo essere che l'eiezione di massa coronale è tardiva e quindi non è ancora arrivata, il che significa che le condizioni geomagnetiche sono ancora calme anche se ci si aspettava un'attività significativamente maggiore. È molto difficile prevedere con precisione il tempo di arrivo di un'espulsione di massa coronale, quindi non è raro che le espulsioni di massa coronale arrivino diverse ore dopo il previsto orario di arrivo.

Non c'è differenza tra Kp5 e G1. NOAA utilizza un sistema a cinque livelli chiamato scala G per indicare la gravità dell'attività geomagnetica osservata e prevista. Questa scala è usata per dare una rapida indicazione della gravità di una tempesta geomagnetica. Questa scala va da G1 a G5, dove G1 è il livello più basso e G5 è il livello più alto. Le condizioni sotto il livello di tempesta sono etichettate come G0 ma questo valore non è comunemente usato. Ad ogni livello G è associato un certo valore Kp. Questo va da G1 per un valore Kp compreso tra 5 e G5 per un valore Kp di 9. La tabella seguente ti aiuterà.

Scala GKpAttività auroraleFrequenza media
G04 e più bassaSotto il livello della tempesta
G15Tempesta minore1700 per ciclo (900 giorni per ciclo)
G26Tempesta moderata600 per ciclo (360 giorni per ciclo)
G37Tempesta forte200 per ciclo (130 giorni per ciclo)
G48Tempesta grave100 per ciclo (60 giorni per ciclo)
G59Tempesta estrema4 per ciclo (4 giorni per ciclo)
Se vuoi avere una buona occasione per vedere l'aurora durante le tue vacanze, devi trovare una posizione il più vicino possibile all'ovale aurorale. L'ovale aurorale è un'area intorno ai poli magnetici del nostro pianeta dove l'aurora si verifica più spesso, anche in condizioni meteorologiche spaziali silenziose. Questo ovale non è ugualmente grande in ogni momento: durante la forte attività geomagnetica, questo ovale si espanderà fino alle latitudini più basse, il che significa che l'aurora può essere vista a basse latitudini, ma questo naturalmente non si verifica molto spesso. Quando sei in vacanza, vuoi avere la migliore possibilità di vedere l'aurora anche in condizioni meteorologiche tranquille, e questo significa che dovrai probabilmente viaggiare verso nord. È tutta una questione di posizione! L'ovale aurorale si trova nei seguenti luoghi durante la bassa attività geomagnetica. Emisfero settentrionale: Alaska, Canada settentrionale, Groenlandia meridionale, Islanda, Norvegia settentrionale, Svezia settentrionale, Finlandia settentrionale e Russia settentrionale. Per le luci del sud dovrai andare in Antartide.
Sì. Se l'aurora è abbastanza forte, allora è assolutamente possibile vedere questo fenomeno durante la luna piena. Dobbiamo notare che il chiaro di luna è abbastanza forte rispetto all'aurora, quindi una debole aurora potrebbe essere difficile o addirittura impossibile da vedere. Soprattutto per le latitudini più basse, vogliamo davvero il minimo della luce lunare possibile per aumentare le nostre probabilità di vedere l'aurora.
Questo è effettivamente corretto. Durante le settimane attorno all'equinozio (evento astronomico in cui il piano dell'equatore terrestre passa al centro del Sole) l'aurora può essere sempre leggermente più attiva che in altre occasioni. Perché ciò avvenga non è ancora completamente compreso, ma gli scienziati ritengono che l'inclinazione della Terra in qualche modo favorisca condizioni geomagnetiche migliorate attorno all'equinozio.
Molte macchine fotografiche oggigiorno sono in grado di produrre immagini di qualità dell'aurora. Tuttavia, ci sono alcune cose di cui hai bisogno se stai pensando di fare sul serio nel mondo della fotografia dell'aurora. Per prima cosa devi ottenere una fotocamera che abbia una modalità manuale (M). Per la fotografare l'aurora vogliamo il pieno controllo della fotocamera, poiché stiamo per dire alla telecamera esattamente cosa deve fare per noi. Se lasci che la videocamera decida quali impostazioni utilizzare, probabilmente otterrai risultati non soddisfacenti. Il secondo oggetto che devi ottenere è un treppiede dato che utilizzeremo tempi di posa lunghi. Non è possibile utilizzare una velocità dell'otturatore di diciamo 10 secondi e tenere la fotocamera perfettamente a mano. Agiterete la fotocamera anche se provate per il meglio e tornate a casa con immagini sfocate. Quindi è molto importante investire in un treppiede! Quando si tratta di obiettivi, le lenti kit sono spesso in grado di produrre belle immagini dell'aurora boreale. Se hai i soldi puoi prendere in considerazione un obiettivo più ampio e più veloce (basso f-stop) in modo da non dover esporre a lungo ma non è vitale. Per ridurre ulteriormente il tremolio della fotocamera, anche uno scatto remoto può essere uno strumento molto utile.
No, Aurora Boreale e Aurora Australe non scompariranno completamente durante il minimo solare, ma l'aspetto sarà meno frequente durante il minimo solare. Il minimo solare è un periodo in cui pochissime macchie solari appaiono sul sole. Meno macchie solari significano meno brillamenti solari e meno espulsioni di massa coronale lanciate verso il nostro pianeta. Il normale vento solare non scomparirà ed i buchi coronali saranno ancora presenti di volta in volta, ma appariranno meno frequentemente vicino all'equatore e saranno di dimensioni più ridotte. Mentre è vero che ci sono meno tempeste geomagnetiche durante gli anni intorno al minimo solare, l'aurora sarà ancora visibile di volta in volta in luoghi di alte latitudini. Perché non ci sono tante forti tempeste solari durante il minimo solare come durante il massimo solare, non succederà molto spesso che l'ovale aurorale si espanda a latitudini più basse, ma l'aurora apparirà di volta in volta in posizioni vicine all'ovale aurorale, come il nord Scandinavia e Alaska ma forse non così frequenti come durante il massimo solare.
No. La polarità del campo magnetico interplanetario e la direzione nord-sud (Bz) del campo magnetico interplanetario sono due cose molto diverse. Mentre è vero che parliamo di un valore Bz negativo quando la direzione nord-sud del campo magnetico interplanetario gira verso sud non è in alcun modo correlata alla polarità del campo magnetico interplanetario. La polarità del campo magnetico interplanetario non è importante se sei interessato solo a sapere se ci sarà una possibilità per l'aurora stasera. La direzione nord-sud (Bz) del campo magnetico interplanetario è tuttavia un ingrediente vitale quando si tratta di attività aurorale, ma questo non può essere previsto. La direzione nord-sud (Bz) del campo magnetico interplanetario viene prima conosciuta quando passa il satellite DSCOVR. Da lì il vento solare impiegherà solo da 30 a 60 minuti per arrivare sulla Terra.
Ci sono persone che sostengono di aver sentito l'aurora con le proprie orecchie durante una forte attività aurorale, ma non ci sono prove concrete che l'aurora produca onde sonore che l'orecchio umano potrebbe percepire. Le emissioni aurorali si verificano così in alto nell'atmosfera (ben oltre i 50 miglia / 80 chilometri) e l'aria è così sottile lì, che anche se l'aurora produce onde sonore, queste non sarebbero mai in grado di raggiungere la superficie del nostro pianeta.
Le correnti geomagneticamente indotte è il termine della meteorologia spaziale che viene usato per descrivere l'elettricità che fluisce attraverso il terreno durante una tempesta geomagnetica. La modifica dei campi magnetici fa sì che le correnti fluiscano in fili e altri conduttori. Quando il campo magnetico locale inizia a vibrare, l'elettricità inizia a fluire. Le correnti geomagneticamente indotte possono causare fluttuazioni di tensione nelle reti elettriche e danneggiare i trasformatori di trasmissione di potenza ad alta tensione. Ciò può causare in casi estremi un'interruzione dell'alimentazione elettrica. Anche le linee di lunghe tubature sono suscettibili. Le correnti geomagneticamente indotte possono aumentare il tasso di corrosione che riduce la vita di servizio di una tubazione.

Altre domande

La Terra ha circa 24 fusi orari. Diciamo "circa" perché alcuni paesi o regioni utilizzano orari locali che si discostano per mezz'ora da queste zone. Tuttavia, non appena parliamo di meteorologia spaziale o anche di scienza in generale, c'è davvero solo un orario che conta e questo è il Coordinated Universal Time (UTC). Troverete questo orario ovunque sul nostro sito web. Utilizza la mappa in basso per vedere la differenza tra l'ora UTC e il fuso orario in cui ti trovi. Fai clic sull'immagine per visualizzare una versione più grande.

Fusi orari

Immagine: Fusi orari standard del mondo. Source: Wikimedia Commons.

Lavoriamo con alcuni esempi: immagina di essere a Vancouver, in Canada, nel fuso orario del Pacifico. In base all'ora UTC, sono le 21 UTC. Per convertire l'ora UTC al nostro orario locale dobbiamo sottrarre 8 ore dall'ora UTC. 21 meno 8 risultati in un'ora locale di 13 PST. Durante l'ora legale (Pacific Daylight Time) sottraiamo 7 ore dall'ora UTC e il risultato è un orario locale di 14 PDT.

Proviamo di nuovo, ma questa volta siamo ad Amsterdam, in Olanda. Per convertire le 21 UTC al nostro fuso orario locale aggiungiamo 1 ora e questo si traduce in una ora locale di 22 ore. Durante l'ora legale aggiungiamo 2 ore e il risultato è un'ora locale di 23 ore.

Tieni a mente la data in cui converti l'ora UTC nell'ora locale. Prendiamo ancora una volta Vancouver, Canada come esempio: attualmente è il 14 novembre, 02 ora UTC. Ciò si traduce in 18h il 13 novembre ora locale a Vancouver, in Canada.

No. Ci sono persone che sostengono che il Sole è responsabile dell'attività sismica qui sulla Terra, ma non c'è assolutamente alcuna prova scientifica che le condizioni meteorologiche spaziali e i terremoti siano in qualche modo correlati.

A proposito di questo sito

Tutti i dati e le informazioni che pubblichiamo su SpaceWeatherLive non possono essere scaricati direttamente dal nostro sito web. Tutte le informazioni che pubblichiamo provengono da fonti esterne che sono liberamente accessibili per tutti. Se sei interessato a determinati dati che forniamo su SpaceWeatherLive ti consigliamo di scaricarlo direttamente dalla fonte originale. I dati sul nostro sito web sono sempre accompagnati da una nota a piè di pagina che indica da quale sito web o istituzione provengono. Abbiamo anche una pagina speciale con link utili dove abbiamo una lista di siti web, molti dei quali vengono utilizzati per ottenere i dati che mostriamo sul nostro sito web.
Sì. Abbiamo un'app disponibile per iOS e Android che ti offre la familiare esperienza di SpaceWeatherLive sul tuo dispositivo mobile. L'app ha un servizio di notifiche push integrato, un'app esclusiva con il tema "dark" ed è gratuita per chiunque. Non ci sono costi (nascosti)!
I dati attuali suggeriscono che al momento non è possibile vedere l'aurora alle medie latitudini

Ultime notizie

Supporta SpaceWeatherLive.com!

Molte persone vengono su SpaceWeatherLive per seguire l'attività del Sole o se c'è un'aurora da vedere, ma con un maggior traffico arrivano maggiori costi del server. Considera una donazione se ti piace SpaceWeatherLive in modo da poter mantenere il sito online!

100%

Ultimi avvisi

Ricevi avvisi istantanei!

Notizie sul meteo spaziale

Ultimo X-flare:2017/09/10X8.2
Ultimo M-flare:2017/10/20M1.0
Ultima tempesta geomagnetica:2018/11/05Kp6 (G2)
Numero di giorni senza macchie nel 2018:206
Ultimo giorno senza macchie:2018/12/13

Questo giorno nella storia*

Flares solari
12002M2.5
22002M1.9
32001M1.5
42002M1.3
52001M1.0
ApG
1199520G1
2199417
3200413
4200612
5199812
*dal 1994

Social networks